Ciondoli e Medaglie – Ciondolo Mano di Fatima Argento 925

Prezzo 33.50

Quantità: 1 Pz per Conf.
Specifiche:  Ciondoli e Medaglie
Materiali: Argento 925
Dimensioni: 32X20 cm
Peso: 3/4 Gr Circa
Codice Articolo: R0414
Tempi di Spedizione: 2/3 gg
N.B. Spedizione Gratuita per ordini superiori a € 50

 

Saremo lieti di confezionare il tuo Articolo in un Pacchetto Regalo
Aggiungi una Gift Card al tuo Ordine. Regalerai un mondo di vantaggi e promozioni!
Ora devi solo aggiungerlo al Carrello e procedere con i tuoi acqusiti.
Totale prodotto
Totale opzioni
Total
Ciondoli e Medaglie – Ciondolo Mano di Fatima Argento 925
Approfondimenti:

In questa sezione del nostro catalogo troverete una ricca selezione di ciondoli in argento 925 appartenenti a diverse tradizioni: Culti Pagani, Wicca, Celtici, Orientali.

Specifiche:

La mano di Fatima, dal nome della figlia preferita di Maometto, simboleggia nella tradizione dei paesi Islamici il posto della donna ed è un talismano impiegato per scacciare il male.

Valore Simbolico:

Simbolo di potere e di protezione, la mano di Fatima è un amuleto che ha una lunga storia e che, in qualche modo, è presente in diverse culture e religioni con significati differenti. Oggi è considerato anche un portafortuna ed è usato a scopo ornamentale in molti gioielli.

La mano di Fatima risale all’epoca in cui vissero i Cartaginesi, intorno all’820 d.C., ed era simbolo e attributo di Tanit, dea della Luna e della fertilità, sposa del dio Baal.

Secondo un’altra tradizione, la mano di Fatima era considerata la “mano di Dio”, ed era un motivo ornamentale già presente nell’iconografia ebraica già nel 244 d. C. Più tardi gli stessi Ebrei iniziarono a vedere in questo oggetto la mano di Miriam, sorella di Mosè e Aronne, e per questo motivo l’amuleto venne diffuso anche tra i Berberi e i Magrebini, che ne fecero un simbolo di potere.

Da questo momento la religione ebraica e quella musulmana sviluppano due modi differenti, eppure vicini, di considerare l’amuleto. In entrambe le religioni la mano di Fatima diviene espressione della presenza di Dio, che vede, benedice e protegge, o in una parola, della Mano di Dio, e in questa accezione, la mano aperta viene utilizzata come protezione dal malocchio e dalla negatività.

Dietro a questo amuleto c’è ovviamente una leggenda, una storia d’amore che ha come protagonista Fatima, la figlia di Maometto. Fatima era una donna molto sensibile e dotata secondo la tradizione islamica della capacità di fare miracoli. La giovane donna sposò un cugino del padre, Ali, di cui era molto innamorata. Tuttavia una sera, vedendolo rientrare a casa in compagnia di una concubina, Fatima rimase scioccata e inavvertitamente mise la sua mano al posto del cucchiaio nella minestra bollente che stava preparando in cucina. Non se ne accorse neppure, da quanto era rimasta colpita e difatti non percepì neppure dolore.

Entrando in casa, il marito Ali si accorse dell’incidente e aiutò la moglie a riprendersi dall’ustione, senza tuttavia rinunciare alla sua concubina. Fatima dovette accettare la nuova situazione, perché è la stessa religione islamica che permette a un marito di avere più donne, ma decise di spiare l’intimità della coppia. Non appena vide il marito baciare la concubina, Fatima scoppiò a piangere e una lacrima bagnò la spalla di Ali. Solo in quel momento l’uomo capì quanto amore provasse nei suoi confronti la moglie e decise di rinunciare a trascorrere la notte con la concubina.

Carrello