Panni Cerimoniali – Santa Marta La Dominadora – 38×38 cm

Prezzo 16,00

Prodotto: Panni Cerimoniali | Santa Marta La Dominadora
Dimensione: 38×38 Cm
Codice Articolo: RTL1194

 

Aggiungi una Gift Card al tuo Ordine. Regalerai un mondo di vantaggi e promozioni!
Ora devi solo aggiungerlo al Carrello e procedere con i tuoi acqusiti.
Totale prodotto
Totale opzioni
Total

Spedizione GRATIS per ordini superiori a € 50!

  • Garanzia di Rimborso senza Rischi
  • Tempi di Spedizione Max 3/5 gg
Pagamenti Facili e Sicuri

Acquistali inseme

Segnaposto+
Totale:   45,00
Panni Cerimoniali – Santa Marta La Dominadora – 38×38 cm
Approfondimenti:

Meraviglioso panno cerimoniale in tessuto stampato, a colori, con motivi decorativi Voodoo e relativo Vévé. Ottimo per decorare altari, come stendardo rituale o come supporto alla ritualistica Voodoo. Ogni panno riproduce al centro il Vévé per facilitare la tracciatura dei sigilli durante i rituali. I colori e le decorazioni sono a tema con le varie entità a cui sono dedicati. Ideali anche come offerta agli lwà nelle cerimonie e nei servizi spirituali.

Curiosità Magiche

I Vévé

Nella tradizione Vudù Haitiana ogni lwà viene rappresentato da uno o più sigilli esoterici tracciati al suolo con polveri differenti. Questi sigilli prendono il nome di Vévé. Ogni Vévé riproduce graficamente in maniera stilizzata gli attributi di un lwà e le sue insegne rituali. L’impiego di tracciati grafici e sigilli rituali proviene dalla tradizione Africana Congolese e lo ritroviamo in altre religioni Afroamericane quali il Palo Mayombe a Cuba e l’Umbanda/Quimbanda Brasiliane. L’uso di disegni rituali è però rintracciabile in moltissime altre culture: nell’induismo troviamo i Kolams, utilizzati per onorare gli Dei e per portare prosperità e benessere. I Pellerossa Hopi e Dinè (navajos) facevano dei glifi al suolo con sabbia colorata per chiamare le divinità. Nelle 21 Divisioni l’impiego di Vévés, chiamati talvolta pinturas rituales o pinturas cerimoniales, è meno frequente che nel Vudù Haitiano, tuttavia negli ultimi decenni, per i costanti flussi migratori si sta sempre di più consolidando anche a Santo Domingo. I Vévé sono una scrittura spirituale ed astrale, non si tratta di simboli stilizzati atti a fare riferimento ad una iconografia complessa, sono piuttosto un alfabeto che compone frasi mistiche atte a riassumere un concetto metafisico. Oltre alle simbologie dei vari lwàs compaiono altri elementi che vengono inseriti per dare un significato o un’azione dinamica ad una corrente spirituale. Questi disegni, più o meno elaborati, vengono tracciati al suolo manualmente prima di un rituale con farina di mais, farina bianca, polvere di caffè, polvere di mattone o erbe a seconda del misterio e della Divisione che si intende evocare. La polvere viene sparsa facendola scorrere tra l’indice, il medio ed il pollice della mano destra, in modo da ottenere tracciati regolari. Una volta che il Vévé è stato tracciato viene spruzzato con la libagione appropriata ed una candela viene posta al centro dello stesso, quindi il Papabokor lo “attiva” facendo suonare la campanella o il tchà tchà (maraca) recitando invocazioni e orazioni al misterio o ai misterios che si intendono chiamare. Spesso vengono tracciati Vévés multipli, ossia diversi Vévé collegati, in modo da chiamare spiritualmente più entità. Come accennato le pinturas cerimoniales vanno tracciate con la polvere appropriata. Per i misterios appartenenti alla Division Rada si utilizza normalmente farina di grano bianca (o di riso nel caso di misterios appartenenti alla Division Soler), per quelli della Division India si impiega farina di mais bianca, per quelli della Division Negra si utilizza caffè mescolato a cenere, mentre per i misterios petrò polvere di mattone miscelata a peperoncino. I Papabokor poi si prodigano ad insegnare ai loro figliocci un vero e proprio formulario circa la composizione delle varie polveri per tracciare i Vévé. Queste ricette sono normalmente un dono per iniziati e non possono essere divulgate. Nella pratica quotidiana comunque lo schema sopracitato serva da esempio. Se nel Vudù Haitiano i Vévé vengono tracciati nel centro dell’Hounfort (tempio), nelle 21 Divisioni normalmente questi disegni si eseguono direttamente davanti all’altare.

Informazioni Magiche

Santa Marta la Dominadora

Santa Marta è sicuramente una delle Sante più note nella devozione popolare. Viene dall’Africa Nera dove veniva chiamata Mami Wata, immaginata come una donna bellissima, dalla pelle scura, che maneggia con sicurezza e  determinazione dei serpenti. Nel sincretismo l’Africana e la sua corrispondente cattolica Santa Marta sono la stessa personalità e la gente ama chiamarla Santa Marta la Dominadora, ossia colei che domina e vince, avendo sconfitto il dragone, in tutti i campi dell’esistenza: in amore, sui nemici, sui vizi, sulle passioni, nel lavoro, in campo economico e in ogni circostanza in cui sia presente un’idea di vittoria o di trionfo. Il Dragone è il simbolo di ogni difficoltà, ogni problema che, reso mansueto tramite l’itercessione della Santa diviene oltre che sottomesso suo fedele alleato. I serpenti tenuti in mano dal lwà non sono un simbolo Cattolico ma iniziatico, nelle antiche tradizioni Africane. In Africa il Serpente è un simbolo divino di conoscenza e di spiritualità, per questo Santa Marta la Dominadora è soprattutto colei che conoscendo le regole e i misteri di Dio può agire nel mondo dell’uomo portandone il suo messaggio e manifestandone il suo immenso potere. L’immagine impiegata per rappresentare questa figura non è un’immagine cattolica, rappresenta infatti una donna di colore nell’atto di domare dei serpenti. Al suo fianco la figura di un bambino che con un flauto incanta dei serpenti. Lo stesso bambino che, dice la storia, Marta la Nera salvò da morte certa, nel secolo V, essendo stato aggredito da un enorme serpente. La cromolitografia che siamo abituati a vedere in rappresentazione di Santa Marta Dominadora risale al 1887, successivamente fu, nel 1926, un pittore di Amburgo, Schleisinger, a ridisegnare il soggetto come lo conosciamo oggi. Marta la Dominadora, nelle 21 Divisioni del Vudu Dominicano, attua nella Division Negra, quella dei Cimiteri, in qualità di concubina del Baron del Cementerio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Panni Cerimoniali – Santa Marta La Dominadora – 38×38 cm”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…

Carrello