Panni Cerimoniali – Vévé Marie Laveau – 38×38 cm

Prezzo 16,00

Prodotto: Panni Cerimoniali | Vévé Marie Laveau
Dimensione: 38×38 Cm
Codice Articolo: RTL1178

 

Aggiungi una Gift Card al tuo Ordine. Regalerai un mondo di vantaggi e promozioni!
Ora devi solo aggiungerlo al Carrello e procedere con i tuoi acqusiti.
Totale prodotto
Totale opzioni
Total

Spedizione GRATIS per ordini superiori a € 50!

  • Garanzia di Rimborso senza Rischi
  • Tempi di Spedizione Max 3/5 gg
Pagamenti Facili e Sicuri

Acquistali inseme

Segnaposto+
Totale:   37,47
Panni Cerimoniali – Vévé Marie Laveau – 38×38 cm
Approfondimenti:

Meraviglioso panno cerimoniale in tessuto stampato, a colori, con motivi decorativi Voodoo e relativo Vévé. Ottimo per decorare altari, come stendardo rituale o come supporto alla ritualistica Voodoo. Ogni panno riproduce al centro il Vévé per facilitare la tracciatura dei sigilli durante i rituali. I colori e le decorazioni sono a tema con le varie entità a cui sono dedicati. Ideali anche come offerta agli lwà nelle cerimonie e nei servizi spirituali.

Curiosità Magiche

I Vévé

Nella tradizione Vudù Haitiana ogni lwà viene rappresentato da uno o più sigilli esoterici tracciati al suolo con polveri differenti. Questi sigilli prendono il nome di Vévé. Ogni Vévé riproduce graficamente in maniera stilizzata gli attributi di un lwà e le sue insegne rituali. L’impiego di tracciati grafici e sigilli rituali proviene dalla tradizione Africana Congolese e lo ritroviamo in altre religioni Afroamericane quali il Palo Mayombe a Cuba e l’Umbanda/Quimbanda Brasiliane. L’uso di disegni rituali è però rintracciabile in moltissime altre culture: nell’induismo troviamo i Kolams, utilizzati per onorare gli Dei e per portare prosperità e benessere. I Pellerossa Hopi e Dinè (navajos) facevano dei glifi al suolo con sabbia colorata per chiamare le divinità. Nelle 21 Divisioni l’impiego di Vévés, chiamati talvolta pinturas rituales o pinturas cerimoniales, è meno frequente che nel Vudù Haitiano, tuttavia negli ultimi decenni, per i costanti flussi migratori si sta sempre di più consolidando anche a Santo Domingo. I Vévé sono una scrittura spirituale ed astrale, non si tratta di simboli stilizzati atti a fare riferimento ad una iconografia complessa, sono piuttosto un alfabeto che compone frasi mistiche atte a riassumere un concetto metafisico. Oltre alle simbologie dei vari lwàs compaiono altri elementi che vengono inseriti per dare un significato o un’azione dinamica ad una corrente spirituale. Questi disegni, più o meno elaborati, vengono tracciati al suolo manualmente prima di un rituale con farina di mais, farina bianca, polvere di caffè, polvere di mattone o erbe a seconda del misterio e della Divisione che si intende evocare. La polvere viene sparsa facendola scorrere tra l’indice, il medio ed il pollice della mano destra, in modo da ottenere tracciati regolari. Una volta che il Vévé è stato tracciato viene spruzzato con la libagione appropriata ed una candela viene posta al centro dello stesso, quindi il Papabokor lo “attiva” facendo suonare la campanella o il tchà tchà (maraca) recitando invocazioni e orazioni al misterio o ai misterios che si intendono chiamare. Spesso vengono tracciati Vévés multipli, ossia diversi Vévé collegati, in modo da chiamare spiritualmente più entità. Come accennato le pinturas cerimoniales vanno tracciate con la polvere appropriata. Per i misterios appartenenti alla Division Rada si utilizza normalmente farina di grano bianca (o di riso nel caso di misterios appartenenti alla Division Soler), per quelli della Division India si impiega farina di mais bianca, per quelli della Division Negra si utilizza caffè mescolato a cenere, mentre per i misterios petrò polvere di mattone miscelata a peperoncino. I Papabokor poi si prodigano ad insegnare ai loro figliocci un vero e proprio formulario circa la composizione delle varie polveri per tracciare i Vévé. Queste ricette sono normalmente un dono per iniziati e non possono essere divulgate. Nella pratica quotidiana comunque lo schema sopracitato serva da esempio. Se nel Vudù Haitiano i Vévé vengono tracciati nel centro dell’Hounfort (tempio), nelle 21 Divisioni normalmente questi disegni si eseguono direttamente davanti all’altare.

Informazioni Magiche

MARIE LAVEAU – La più famosa Voodoo Queen di New Orleans
Ci sono luoghi che per storia, vissuto ed emozione creano personalità speciali, esseri la cui vita ed il cui destino, come una cometa è destinato a portare dietro di se la luce delle loro gesta e nasce il mito. Marie Laveau, la più famosa Voodoo Queen di New Orleans, è considerata la fondatrice del Voodoo Americano, un nome che fu familiare a più generazioni di persone e la cui fama varcò le barriere del tempo e dello spazio. Sulla vita di Marie Laveau si sono sparsi fiumi di inchiostro, raccontati miracoli e prodigate illazioni come spesso accade circa le biografie dei grandi della storia: venne accusata di magia nera, di praticare rituali orgiastici all’interno dei cimiteri e di danzare nuda al chiaro di luna con dei serpenti, ma non venne mai condannata.

Marie nacque a New Orleans nel 1794 (su questa data esistono pareri contrastanti). Alcuni storici la descrissero come discendente di un aristocratico Francese, o la figlia segreta di un bianco ricco proprietario di piantagioni. I giornali del tempo la descrivevano alta, statuaria, capelli mossi e neri con pelle color cannella. Quando Marie Laveau venne “incoronata” Regina del Voodoo le cronache affermano che le altre Sacerdotesse Voodoo si inginocchiarono di fronte a lei, riconoscendone il carisma, il potere e soprattutto la forza dei suoi Gris Gris e dei suoi incantesimi.

Ricettario Magico

RITUALE PER TROVARE UN PARTNER

La pratica che segue viene dalla tradizione di New Orleans e viene attribuita a Marie Laveau, la più famosa Sacerdotessa Voodoo della Louisiana. Un detto popolare dice che l’amore fa girare il mondo, non fosse così è comunque certo che la solitudine rende la vita priva di colore.

Questa pratica tradizionale veniva eseguita per far trovare l’amore ad una persona affettivamente sola. Va eseguita tra l’alba ed il tramonto nel periodo di luna nuova, ossia nei giorni che immediatamente seguono la luna nera.

Occorrente: 

Procedimento:

Versare qualche goccia di olio d’amore sulla candela da veglia. Accenderla in un luogo alto con a lato un bicchier d’acqua. Bruciare di fianco un po’ di incenso alla lavanda servendosi dei carboncini e dire:

“Mzelle Marie intercedi per me aprés Bondieu. Fammi trovare la persona giusta, cercala tu per me”.

Ritagliare ora un cerchio di panno del diametro di circa 15 cm. Prendere la pietra ed ungerla con l’olio quindi tenerla in mano finchè non ha acquisito la temperatura del palmo. Metterla al centro del cerchio. Versarvi sopra un cucchiaio di verbena, dello zucchero e le due polveri esoteriche. Chiudere il fagottino con il nastro rosa. Tenerlo nella mano sinistra, quella del cuore e recitare tre volte la giaculatoria:

La tempesta turba il fiume

Turbi il suo cuore con l’idea di me

Frema il suo corpo di brividi d’amore

Finchè la sua anima ceda a me”

Conservare il fagotto sotto il cuscino. Ottenuta soddisfazione conservarlo come reliquia tra i propri oggetti personali. Questa pratica si può eseguire anche per fare tornare una persona che si sia allontanata. In questo caso si sostituirà alla polvere di attrazione quella di ritorno amoroso (Regresa a Mi).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Panni Cerimoniali – Vévé Marie Laveau – 38×38 cm”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…

Carrello